News

FAZIO, NUOVO PIANO SANITARIO NAZIONALE OPERATIVO DA INIZIO 2011

Roma, 15 dicembre 2010 - La previsione è che venga approvato entro i primi mesi del 2011, dopo aver superato i passaggi previsti in Conferenza Stato-Regioni, in Consiglio dei Ministri e in Parlamento. Il ministro della salute ha illustrato oggi le linee guida del piano sanitario nazionale 2011-2013 spiegando che una delle novità principali e' il fatto di mettere "la persona al centro e di prevedere quindi una continuità assistenziale con una nuova visione di prevenzione" che dev'essere "a carico di tutti i componenti del sistema sanitario non solo degli istituti di prevenzione". Nel presentare ai senatori le linee guida il ministro ha ricordato alcuni principi su cui il piano sanitario si fonda primo fra tutti il "principio di sussidiarietà". Quindi ha sottolineato che "la salute non e' un bene del singolo ma dell'intera comunità" e per questo il piano, ha detto Fazio, rilancia la prevenzione. Il ministro ha messo l'accento sugli sviluppi demografici del nostro paese, ricordando che il 40% dei ricoveri sono per persone al di sopra dei 65 anni, che oggi rappresentano il 20% della popolazione e che nel 2050 dovrebbero essere il 35%. "Non sarebbe sostenibile - ha detto - curarli in ospedale", ma bisogna assisterli sul territorio. Per Fazio bisogna riorganizzare la rete ospedaliera, l'ospedale deve garantire veramente i Lea e non deve più essere generalista. Con i giornalisti ha quindi spiegato che la gestione sul territorio delle patologie croniche significa affrontare il problema dell'accesso, del potenziamento della rete delle cure primarie per poi proseguire sulla continuità assistenziale fino ad un passaggio il più breve possibile in un ospedale multitecnologico e non generalista e quindi prevedere un ritorno del paziente in strutture residenziali e semi-residenziali. Un percorso del cittadino che si ammala, quello disegnato nelle linee guida del piano nazionale, per il quale ci sono "risorse sufficienti" perché, ha spiegato il ministro, "si tratta di fare una razionalizzazione".



<< Torna all'elenco news
  • Scarica il calendario della Fondazione Melanoma

  • Noi Rossi

  • Scarica “Le avventure di Neo 2”

  • Scarica l’app
    “Salvati la pelle”

  • Scarica l’opuscolo

  • Scarica l’opuscolo

  • Il calcio in una stanza



    Per ogni copia del libro venduta, un euro viene devoluto alla
    Fondazione Melanoma

  • Aim at Melanoma

  • Informazioni per pazienti affetti da melanoma in trattamento con Ipilimumab

  • Scarica “Le avventure di Neo”

  • 5 x mille

    Dona il 5 per mille alla Fondazione Melanoma Onlus

    • Come sostenere le attivita' della Fondazione Melanoma




      Via Paypal con Carta di Credito (nessuna registrazione necessaria)

      Via Banca Banco Prossima
      Fondazione Melanoma - ONLUS
      IBAN: IT80K0335901600100000067055
    • Scrivi all'esperto

      Se hai bisogno di maggiori chiarimenti o una risposta personalizzata, inviaci una E-mail, un oncologo è a tua disposizione.
      Scrivi a:
      info@fondazionemelanoma.org